fbpx
teatro a verona

Sogno di una notte di mezza estate

SPETTACOLO GRATUITO OFFERTO DALLA PRIMA CIRCOSCRIZIONE nella splendida cornice del CHIOSTRO DI SAN GIORGIO IN BRAIDA.
INGRESSO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA e GREEN PASS.

Drammaturgia: Andrea De Manincor da W. Shakespeare
Attori: Solimano Pontarollo – Andrea de Manincor – Anna Benico
Regia: Solimano Pontarollo
Disegno luci: Francesco Bertolini

Introduzione:

Scegliere il “Sogno di una notte di mezza estate” nell’adattamento di Casa Shakespeare, in questo momento, è rilanciare il valore della Cultura e del teatro dopo l’anno pandemico vissuto e con le preoccupazioni che ci portiamo appresso. Ed è un merito da riconoscere al Presidente della Commissione Cultura Franco Dusi, alla Commissione tutta e al Presidente della Prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti.
Nell’adattamento di Andrea De Manincor, infatti, la storia si concentra su Bottom, l’artigiano che si improvvisa attore e che vive in prima persona il sogno: la regina delle fate e le fate stesse un mondo magico tutto per lui. E’ quello che fa il teatro ogni volta che prova a raccontare la realtà: la mostra sotto un’altra prospettiva, rendendola magica, ma vera. Cos’è infatti la realtà se non il nostro punto di vista sulla stessa?
Ecco quindi un’ora di divertente incontro tra il mondo magico e quello reale, con l’accattivante soluzione del mescolarsi della lingua italiana al dialetto, ecco quindi uno spettacolo, adatto alle famiglie e destinato al sorriso e alla gioia; uno spettacolo che porta anche un contenuto di fiducia e di visione positiva della vita.
L’ingresso è libero con prenotazione obbligatoria e soggetto alle normative anti COVID.

Presentazione:

Che cosa accade di notte nel bosco? Bottom c’è stato, ma non ricorda….o forse si?
“…le parole ‘a le xè come fantasmi…le se nasconde sotto el tetto della testa e no te le cati pì…”
Raccontato, qui, proprio da lui, in un mix italiano e dialetto: l’amore fra le giovani coppie di amanti divisi da una foresta misteriosa; la presenza di creature magiche come Oberon, Titania e Puck, che giocano a litigare, il vano tentativo degli attori di corte di mettere in scena la “Piramo e Tisbe” per le nozze dei reali Teseo e Ippolita … illusi amanti … illusi attori … … illusi … ma in fondo non lo siamo un po’ tutti?

Note di regia:

Nel solco delle precedenti produzioni curate da Casa Shakespeare, ecco una nuova versione di “Sogno di una notte di Mezza Estate”. Il testo, riadattato da Andrea de Manincor, è accessibile a un pubblico di bambini e ragazzi. Si tratta di una frammentazione di dialetto e italiano. Con un’azione scenica, comica, energica e coinvolgente.
Abbiamo fatto in modo che uno dei protagonisti della scena stessa, evocasse la complicata trama, senza tralasciare nessuno dei rivoli in cui si sviluppa il capolavoro più magico del Bardo d’Inghilterra. Il protagonista è proprio quel Bottom, attore tronfio e simpaticamente trombone che, con qualche spavento di troppo, ripercorrerà tutte le vicende, che lui stesso ha spiate e sorprese, per far ridere ancora una volta di sé e di queste trame gli spettatori che assisteranno alla nostra rappresentazione. Per raccontare la magia del teatro, del fare teatro, dell’essere attori.

Conferenza stampa

In diretta sul canale youtube del Comune di Verona.
Serata organizzata dalla Verona Prima Circoscrizione – Verona Centro, commissione Cultura presieduta da Franco Dusi. Presidente Prima Circoscrizione Giuliano Occhipinti.
https://youtu.be/W6xOiw8Bi9Q

 

✔Ingresso gratuito a prenotazione obbligatoria: https://www.eventbrite.it/e/165864454047