Casa Shakespeare Verona
Proposte per: infanzia, primaria,  3a secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado

Periodo: tutto l’anno
Giorni disponibili: da concordare
Costo: da concordare
Dove: presso gli spazi scolastici, il nostro Teatro Satiro Off, i teatri della città e della provincia
Informazioni: Casa Shakespeare Impresa Sociale, c/o Teatro Satiro Off, Vicolo Satiro 8 – 37121 Verona, 045 4578922, cell. 340.052380
www.casashakespeare.it, www.shakespeareweek.it, www.julietsummerfest.com
Prenotazione: inviare una richiesta a info@casashakespeare.it, indicando nome del docente, scuola, classe, n. alunni, proposta prescelta e recapito telefonico
Pubblicazione del Comune di Verona “I ragazzi alla scoperta di Verona”: da pagina 62

Casa Shakespeare si propone come strumento per rendere Verona il primo centro Shakespeariano Europeo al di fuori dell’Inghilterra. Shakespeare, come altri grandi poeti, autori e pensatori, è stato un elemento determinante nella creazione della Cultura Comune Europea. Verona gode di un privilegio unico: Shakespeare l’ha immaginata come ambientazione di più opere, riconoscendone un ruolo principe nella sua poetica. Casa Shakespeare vuole valorizzare questo privilegio assumendosi il compito di promozione del binomio Verona/Shakespeare, per un’ulteriore crescita culturale della città e per renderla punto di riferimento europeo.

Le proposte per le scuole prevedono:
* 5 spettacoli in inglese con la regia di Solimano Pontarollo e l’adattamento dei testi di Andrea de Manincor. Per onorare il 400° anniversario della morte di Shakespeare, nel 2016 sono stati prodotti e replicati i cinque spettacoli che il Bardo ha ambientato in Veneto: “The Merchant of Venice”, “Othello”, “The taming of the Shrew”, “The two gentlemen of Verona”, “Romeo and Juliet”. Di quest’ultimo, è stata prodotta anche la versione in italiano.
* Nuova produzione: “Midsummer night’s dream” in inglese e in italiano con la regia di Solimano Pontarollo e l’adattamento dei testi di Andrea de Manincor;
* Casting per studenti “Giulietta e Romeo Re life”
* Visita spettacolo “Romeo and Juliet in Verona”
* Acting Shakespeare (corsi di teatro in inglese);
* Corsi di teatro in italiano;
* Laboratori studiati ad hoc con l’Insegnante o con il gruppo di lavoro;
* Letture animate di testi proposti da Casa Shakespeare o scelti dall’Insegnante
* ASL Alternanza Scuola Lavoro
* SIM Shakespeare Interactive Museum
* Il circo di Shakespeare

PROPOSTE

The Merchant of Venice

3a  secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado

Proposta per celebrare: la Giornata della Memoria (27 Gennaio 1945), l’anniversario della nascita del primo Ghetto della storia, il Ghetto di Venezia (29 Marzo 1516), la giornata mondiale del teatro (27 Marzo).

La storia de “The Merchant of Venice” rappresentata attraverso quattro personaggi fondamentali: Antonio, Bassanio, Shylock l’ebreo e Portia. Una versione che non si limita ad essere solo una riduzione “copia e incolla”, “taglia e cuci”, ma che intende fornire un punto di vista, affidando il ruolo di narrazione e raccordo in lingua italiana ad un personaggio che sia anche uno dei protagonisti effettivi della vicenda originale di Shakespeare. L’operazione è condotta didatticamente sul doppio binario linguistico:

  1. l’inglese di Shakespeare, senza nessun tipo di taglio all’interno delle scene scelte per la nostra versione;
  2. l’italiano di una scrittura creata appositamente per la nostra messinscena che tenta di spiegare, di trattare, di fornire un punto di vista emotivo dell’intera vicenda. La narrazione sarà affidata a Portia, come in una sorta di “processo alla vicenda”, che prelude poi al processo intentato da Shylock ai danni del Mercante Antonio.

Attraverso il raccordo narrativo e poetico di Portia, gli studenti partecipanti avranno modo di seguire e gradire fino in fondo i termini e la composizione della storia.

Othello

3secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado

Proposta per celebrare: la Giornata delle donne (8 Marzo), la giornata mondiale del teatro (27 Marzo).

La storia di “Othello” rappresentata attraverso i quattro personaggi fondamentali: Othello, Desdemona, Cassio, Jago. L’operazione è condotta didatticamente sul doppio binario linguistico:

  1. l’inglese di Shakespeare, senza nessun tipo di taglio all’interno delle scene scelte per la nostra versione;
  2. l’italiano di una scrittura originale che tenta di non essere meramente didascalica, ma di spiegare, di trattare, di fornire un punto di vista emotivo dell’intera vicenda. Il nostro punto di vista sarà quello di Michele Cassio: attraverso la narrazione di Michele Cassio, gli studenti partecipanti avranno modo di seguire e gradire fino in fondo i termini e la composizione della storia.

 

The Taming of the Shrew

3secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado

Proposta per celebrare: la giornata della tolleranza (16 Novembre); la giornata mondiale del teatro (27 Marzo).

La storia de “The Taming of the Shrew” rappresentata attraverso cinque personaggi: Katharina, Petruchio, Lucentio, Bianca e Hortensio. L’operazione è condotta didatticamente sul doppio binario linguistico:

  1. l’inglese di Shakespeare, senza alcun tipo di taglio all’interno delle scene scelte per la nostra versione;
  2. l’italiano di una scrittura creata appositamente per la nostra messinscena e che tenta di spiegare e di fornire un punto di vista emotivo dell’intera vicenda; in questo caso specifico la nostra narrazione sarà affidata a Lucentio accompagnato, come un cantastorie, dal suono della fisarmonica suonata “dall’Accordionist”- a propria volta attore multiplo, utilizzato come Battista padre di Caterina o Ortensio pretendente di Bianca – che narrerà il grande “fumetto”, lo spettacolo di equivoci e derisioni presenti nella dinamica vicenda originale.

 

The two gentlemen of Verona

3secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado

Proposta per celebrare: la giornata dell’amicizia (25 Febbraio), la giornata mondiale del teatro (27 Marzo).

La storia de “The two gentlemen of Verona”, una delle opere meno conosciute del Bardo, è rappresentata attraverso i quattro personaggi fondamentali (Valentine, Proteus, Silvia, Julia) che, in questa nostra versione, fornisce un diverso punto di vista ed una originale modalità di fruizione: i quattro personaggi diventano anche “maschere” di quattro attori, in una sorta di “play within the play” cara a Shakespeare. L’operazione dunque è condotta didatticamente sul doppio binario linguistico:

  1. l’inglese di Shakespeare, senza nessun tipo di taglio all’interno delle scene scelte per la nostra versione;
  2. l’italiano di una scrittura creata appositamente per la nostra messinscena e che tenta di non essere meramente didascalica. La narrazione è affidata ai quattro protagonisti della vicenda, di cui seguiremo non solo le trame e gli intrecci ma anche i rapporti in quanto attori in conflitto all’interno del “plot” shakespeariano.

Attraverso il raccordo narrativo e poetico della parte italiana, gli studenti partecipanti avranno modo di seguire e gradire fino in fondo i termini e la composizione della storia.

Romeo and Juliet

3secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado

Proposta per celebrare: la giornata degli innamorati (14 Febbraio), la giornata mondiale del teatro (27 Marzo).

Uno spettacolo che racchiude in sé musica e teatro per raccontare Giulietta e Romeo come mai prima d’ora: le parole di Shakespeare incontrano le note dell’arpa suonata dal vivo. L’operazione dunque è condotta didatticamente sul doppio binario linguistico:

  1. l’inglese di Shakespeare, senza nessun tipo di taglio all’interno delle scene scelte per la nostra versione;
  2. l’italiano di una scrittura creata appositamente per la nostra messinscena e che tenta di non essere meramente didascalica. La narrazione è affidata ai protagonisti della vicenda che alternano recitato in italiano e recitato in inglese. Attraverso il raccordo narrativo e poetico della parte italiana, gli studenti partecipanti avranno modo di seguire e gradire fino in fondo i termini e la composizione della storia.

Linguaggi utilizzati: teatro d’attore

Lingua di rappresentazione: inglese; per Romeo and Juliet anche in italiano

Dove: sede scolastica o teatro esterno

Materiale didattico: su richiesta, invio del copione via mail

 

Midsummer night’s dream

3a, 4a e 5a  Primaria, secondaria di primo e secondo grado

Proposta per celebrare: la giornata dei boschi e delle foreste (21 Marzo); la giornata mondiale del teatro (27 Marzo).

Nel solco delle precedenti produzioni curate da Casa Shakespeare, ecco una nuova versione di “Sogno di una notte di Mezza Estate” in cui uno dei protagonisti della scena stessa evoca, dall’interno dell’opera, la complicata trama di uno dei lavori più magici e significativi del Bardo di Inghilterra.
Il testo, rimaneggiato e ridotto in un inglese più semplificato di quanto non sia quello originale e reso accessibile particolarmente ad un pubblico di bambini e ragazzi variabilmente dagli 8 ai 13 anni e con commenti e considerazioni anche in italiano, non lascia “per strada” nessuno dei rivoli in cui si sviluppa l’opera di Shakespeare: ossia l’amore fra le giovani coppie di amanti divisi da una foresta misteriosa, la presenza di creature magiche quali Oberon, Titania e Puck, i comici che si esibiranno alla corte di Teseo e Ippolita in occasione delle nozze di questi ultimi.
Anzi, proprio dalla compagine di artigiani attori, esecutori dello spassosissimo Piramo e Tisbe finale, prenderà le mosse il nostro lavoro, proprio da quel Bottom, attore tronfio e simpaticamente trombone che, con qualche spavento di troppo, ripercorrerà tutte le vicende, come se le avesse spiate e sorprese, per far ridere ancora una volta di sé e di queste trame per gioco – o da nulla – i giovani spettatori che assisteranno alla nostra rappresentazione.

Casting per studenti “Giulietta e Romeo Re life”

Secondaria di primo e secondo grado

Selezioniamo i ragazzi che saranno Giulietta, Romeo, i membri delle famiglie Montecchi e Capuleti, ma anche operatori live streaming Instagram, FB e Twitter.

Lo spettacolo itinerante si svolgerà negli STESSI LUOGHI, STESSI GIORNI, STESSE ORE, STESSA ETA’ previsti dal testo: una rievocazione storica in 5 giorni nei tempi scanditi da Shakespeare, con scene previste all’alba o a mezzanotte, per strada o nei luoghi mitici del Balcone o della Tomba.

Un percorso che, attraverso la messinscena di Giulietta e Romeo:
• esplori i luoghi Shakespeariani della città
• renda viva Verona per e con gli studenti
• avvicini il mondo della scuola alla cultura attraverso un fare in prima persona
• crei un’appartenenza alla città e al “passaporto” con cui Verona è conosciuta in
tutto il mondo
• crei una modalità di raccontare Verona che parta dagli strumenti e dalla visione
degli studenti stessi

DATE
• invio richiesta partecipazione al casting entro il 31 Marzo
• casting per i selezionati in Aprile
• prove per il cast da Maggio a metà Luglio (un pomeriggio a settimana)
• spettacolo nella seconda metà di luglio

REQUISITI
• iscrizione ad un istituto superiore del Comune di Verona
• precedente esperienza teatrale (requisito non essenziale)
• sottoscrizione impegno per i giorni di prove e di spettacolo.

IMPORTANTE: prove e date spettacolo possono essere incluse nel percorso di A.S.L.

Visita spettacolo “Romeo and Juliet in Verona”

3a, 4a e 5a  Primaria, secondaria di primo e secondo grado

La proposta intende coniugare la visita di alcuni luoghi simbolo di Verona e della città nascosta con la storia d’amore più famosa al mondo. Una mattina di accoglienza presso il Teatro Satiro Off di Verona; presentazione e approfondimenti su luoghi e storia; partenza a piedi verso i luoghi di Giulietta e Romeo dove si svolgerà lo  spettacolo itinerante.
Lingue: italiano;  inglese; italiano/inglese

Acting Shakespeare – Corso di teatro in inglese

3a, 4a e 5a  Primaria, secondaria di primo e secondo grado

Corso di teatro in lingua inglese, su di uno dei testi Shakespeariani, finalizzato alla messinscena di un saggio. Discuteremo con l’insegnante della possibilità di partecipare al Festival di cultura shakespeariana Shakespeare Week in aprile, nell’anniversario della nascita e morte di William Shakespeare.

Obiettivi:

  • sviluppo delle competenze nella lingua inglese
  • sviluppo delle conoscenze della poetica Shakespeariana
  • valorizzazione delle competenze artistiche dei singoli
  • promozione della cultura comune europea
  • relazione territorio – identità costruita dalla poetica shakespeariana


Corso di teatro in italiano
Infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado

Dalle basi del movimento, al coordinamento dell’azione scenica per raccontare con voce e corpo una storia.

Obiettivi:

  • sviluppo delle capacità espressive
  • sviluppo delle conoscenze dei testi e della poetica attraverso l’azione scenica
  • valorizzazione delle competenze artistiche dei singoli
  • promozione della cultura

A.S.L. Alternanza Scuola Lavoro
Sono previste varie mansioni per l’alternanza scuola lavoro.

S.I.M. Shakespeare Interactive Museum
Il teatro diventa Museo con un percorso didattico focalizzato su “Giulietta e Romeo” con foto e costumi di scena, installazioni video, opere d’arte.
Cuore del SIM 2018 è una rappresentazione teatrale di realtà aumentata tramite una proiezione digitale.
Lo scopo è immergere i visitatori in una dimensione mista tra l’antico e il tecnologico, fra il virtuale e il locale giocando sul fatto che siamo effettivamente a Verona, che la città è li fuori, bastano pochi segni per evocarla, pochi passi per ritrovarsi in mezzo alla scena.
Mercuzio (interpretato da un attore) racconta la sua versione della storia di Giulietta e Romeo, mentre sul muro dietro di lui la storia prende forma come disegnata a carboncino bianco.
I visitatori avranno la possibilità di interagire lasciando dei “suggerimenti a Giulietta” che, pochi minuti dopo, entreranno a far parte della rappresentazione

IL CIRCO DI SHAKESPEARE

Linguaggi utilizzati: Teatro d’attore

Lingua di rappresentazione: italiano

Fascia d’età scolastica: Terza/Quinta Scuole Primarie – Prima/Terza Media

Location: Sede scolastica o Teatro Satiro Off

Materiale didattico: su richiesta, invio copione via mail

Proposta:

  • per il mese del Circo (Aprile)
  • per la giornata mondiale del teatro (27 Marzo)

 

Ieri sera al Circo è successa una tragedia! Ma il palco è pronto il pubblico c’è e…si va in scena!
Due inservienti e l’acrobata muta improvvisano “Giulietta e Romeo”, diventano attori loro malgrado e si fanno aiutare da alcuni pupazzi. Festeggiano poi l’esito fortunato e, tra un brindisi e l’altro, si raccontano la tragedia della sera precedente: la loro versione de de l’”Amleto”.

Note di regia di Solimano Pontarollo:

Quando Beatrice Zuin mi presentò le due più famose tragedie Shakespeariane riscritte con la comicità che la contraddistingue, ho pensato al nostro percorso, nostro di Casa Shakespeare. A quel voler dialogare con tutti, per strada o in villa, a teatro o in osteria, tra le rovine archeologiche o nel negozio all’ultima moda, con estrema sincerità sul chi siamo e dove siamo, cercando di far arrivare il nostro bisogno di relazione e di riflessione. E ho pensato al sorriso dei bimbi, alle risate degli adulti, a quel modo di raccontare dei cantastorie, dei commedianti da strada, degli artisiti del Circo.
E allora perchè non scendere in piazza, perchè non viaggiare tra contrade e paesi, tra quartieri e aie, tra spiagge e rifugi. E magari con un carrozzone, un “carro di Tespi”, alla maniera deicommedianti dell’arte. Un carro che arrivi e faccia nascere il Teatro. Con semplicità e immediatezza.

NOTE: la scenografia è costituita da un carro in legno posizionabile in qualunque spazio.

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]