fbpx

PATRICK GIRARD

[et_pb_section][et_pb_row][et_pb_column type=”1_2″][et_pb_text admin_label=”Text” background_layout=”light” text_orientation=”left”]

P A T R I C K   G I R A R D   (ospite FABIO BASILE)

sabato 19 dicembre ore 20.30 degustazione di specialità enogastronomiche del Panificio De Rossi

ore 21.15 inizio spettacolo

 

Patrick Girard è il Responsabile Musicale della Rassegna Autunno in Cantina.

Sarà protagonista dell’ultimo sabato sera. Solo materiale originale per la serata New Rétro Alternative: chitarre, effetti, drones, voce.

 

Esperienze professionali:

Patrick Girard è stato allievo del Maestro Roland Haffray a Parigi dal 1981 al 1984.

Trasferitosi quello stesso anno a Verona, inizia, ancora adolescente, la sua attività di musicista componendo, suonando e cantando in varie formazioni di rock alternativo e musica sperimentale note sulle scene venete e lombarde (Shamen, The Sound, Grand Midnight, Màs).

Dopo la registrazione di un disco per la CGD di Caterina Caselli, nei primi anni novanta, decide di porre fine a questa attività.

Inizia a promuovere e a prendere parte ad una serie di eventi multimediali battezzati “Intermedia”, nei quali musica, canto, poesie, immagini e performance visive si fondono per dare vita a spettacoli molto apprezzati.

A questi eventi partecipano musicisti, poeti, attori di rilievo come Massimo e Roberto Totola, Mauro Dal Fior, Teo Ederle, Fabio Basile, Martine Susanne, Momoyo Suzuki, Riccardo Massari.

Nello stesso periodo inizia la collaborazione con varie compagnie teatrali veronesi (Compagnia Giorgio Totola, Punto in Movimento, Teatro Filippini, Tabula Rasa), milanesi (Teatro dell’Elfo) e il Groupe d’Art Contemporain di Parigi.

Spesso queste collaborazioni non si limitano alla composizione, e spesso all’esecuzione delle musiche di scena, ma anche alla scrittura di opere originali, portate in scena in quel periodo: “Sahara”, da Tabula Rasa, “Mercenario”, da Roberto Totola, “Oltre il confine della notte”, da Punto in Movimento.

Dopo questi anni ricchi di collaborazioni e premi (fra tutti, il premio SIAE per le migliori musiche di scena attribuito a “Mowgli, il libro della giungla” messo in scena dalla compagnia Giorgio Totola), viene chiamato a Milano dall’etichetta discografica EMI per lavorare su alcuni progetti di orientamento commerciale.

Insoddisfatto da questa esperienza, e dopo collaborazioni con Al Benati, High Energy, Ridillo e New Trolls, decide di tornare alla sperimentazione e alla composizione.

Nel 2012  nasce la libera associazione tra artisti chiamata Cantina Milagro, che ha per ora all’attivo un cortometraggio (“honeymoon”) e un medio-metraggio (“Punto di rottura”), oltre a vari progetti di spettacoli multi-mediali in via di completamento.

Allo stesso tempo, Girard ha ripreso a collaborare con l’attore e regista Solimano Pontarollo: “Ultima possibile linea di resistenza”, un’opera di Giulia Tomelleri per attori e musicisti.

Le opere di Patrick Girard, incluse le due suite strumentali “In a Quiet Place” dedicata alla val d’Illasi e “Rooms without Walls” sono pubblicate su Soundcloud.

 

 

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_2″][et_pb_image admin_label=”Image” src=”https://casashakespeare.it/wp-content/uploads/2015/09/Patrick-Girard1.jpg” show_in_lightbox=”off” url_new_window=”off” animation=”left” sticky=”off” /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]