fbpx

LUXURIAS LOST IN LUST

[et_pb_section fullwidth=”off” specialty=”off”][et_pb_row][et_pb_column type=”1_2″][et_pb_text admin_label=”Text” background_layout=”light” text_orientation=”left”]

LUXURIAS LOST IN LUST

venerdì 18 dicembre ore 20.30 degustazione di specialità enogastronomiche del Panificio De Rossi

ore 21.15 inizio spettacolo

in occasione del 750° Dantesco

Testo e Regia di Caroline Pagani e Filippo Bruschi

Con Caroline Pagani

 

Premio Fersen alla Drammaturgia 2015

 

“Eppure ogni uomo uccide la cosa che ama

Il codardo lo fa con un bacio

Il coraggioso con la spada

Con le mani della lussuria.

I più pietosi usano un coltello,

Perché i morti diventano freddi così presto…

C’è chi compie l’ atto con molte lacrime…

E chi senza un sospiro,

Perché tutti uccidono ciò che amano”

 

Sinossi-Note di regia:

Notte di bufera, una donna, perseguitata dalle immagini di un uomo e di un pugnale, va da uno sciamano per capire l’origine delle proprie visioni e delle proprie insonnie. Attraverso un viaggio di regressione ipnotica, scopre che la sua Anima ha abitato il corpo di Francesca da Rimini.

All’improvviso tutto appare chiaro: il suo tormento nasce dal trauma del famoso bacio spezzato, dal suo passato che continua a vivere in lei come un eterno presente infernale. La donna intraprende allora una particolare terapia, tutta teatrale, rivivendo la propria vicenda, in bilico fra passione reale e finzione letteraria.

Trascinata nel vortice di un incessante flusso di coscienza, come in una sorta di seduta spiritica o in un rito sciamanico, Francesca dialoga con Dante, col pubblico, col futuro, invoca e assume le forme di grandi donne moderne e contemporanee: Eleonora Duse, Franca Valeri e la Monnalisa del porno: Moana.

Sapranno aiutarla nella sua eroica battaglia contro le insidie del karma?

Luxuriàs è una parabola tragicomica, il viaggio di un personaggio camaleontico, di un’anima impigliata fra desiderio e morte, nostalgia ed eternità, mito e contemporaneità.

Luxuriàs è una rivolta contro il femminicidio che si fa estasi della parola, ironia dell’eros.

Luxuriàs fa di Francesca da Rimini una nostra contemporanea, che vince l’inferno della memoria infelice, e si perde gioiosamente nella tempesta d’Amore e di Eros che tutto vincono.

 

Dalla Rassegna Stampa:

“Magmatica quando fa uscire da Francesca gli altri personaggi della trama dantesca, Pagani regge la scena da sola con una dirompenza che stupisce sempre. Spettacolo che fa riflettere divertendo”. Alessandro Paesano

“La simpatica Caroline Pagani fa rivivere l’anima e la personalità di Francesca da Rimini. […]

I momenti grotteschi e, in qualche caso, esilaranti, sono in equilibrio con i dubbi e i rimpianti della dolce Francesca, senza stravolgere il personaggio mediante una visione eccessivamente felliniana, alla ‘Amarcord’. Grazioso ed equilibrato”.

Vittorio Lussana

[/et_pb_text][/et_pb_column][et_pb_column type=”1_2″][et_pb_image admin_label=”Image” src=”https://casashakespeare.it/wp-content/uploads/2015/09/Luxuriàswb.jpg” show_in_lightbox=”off” url_new_window=”off” animation=”left” sticky=”off” /][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]