fbpx

Chi è Andrea De Manincor?

Attore professionista da quasi trent’anni, scrive per il teatro, animatore e insegnante in numerosi laboratori teatrali.
Ha lavorato e lavora con alcune importanti compagini del teatro professionale italiano e locale: Candido ’90, Teatro Giovane, Teatro Segreto di Salerno, Nuovo Teatro di Napoli, Teatro Stabile di Roma, Fondazione Aida, Teatro Scientifico, Teatro Stabile di Verona, Ippogrifo Produzioni, Cantieri Invisibili, Casa Shakespeare. Ha fondato LiberArt e de-Ze-de, associazioni per la cultura e lo spettacolo, per cui ha scritto e interpretato molti spettacoli; è stato diretto da Marco Brogi, Piero Maccarinelli, Daniele Sala, Ruggero Cappuccio, Paolo Valerio, Nicoletta Vicentini, Nicoletta Zabini, Alberto Rizzi, Toni Andreetta, Lorenzo Bassotto, Matteo Spiazzi, Simone Toffanin, Solimano Pontarollo.

Ha dato messa in scena a “Parole di Giuda” e a “Sì, famose” di Paolo Puppa. Ha girato per la Rai in “C’era una volta la città dei matti”, “Don Matteo 8” e per Sky nella seconda serie de “I Borgia”; in “La dolce arte dell’esistere”, secondo lungometraggio del regista veronese Pietro Reggiani, in “Orlando and Company” e “Sleeping wonder” di Alberto Rizzi, in “Summertime” di Tobia Passigato, ne “Il mistero della nave di San Fermo” di Luca Sartori e ne “Il mio giorno” e “Luigo” di Stefano Usardi, con Sergio Fiorentini e Angelo Milani, ed è il protagonista de “Il perdono non è giusto” di Alvaro Lanciai, de “La memoria di Giano” e “Padre Kino”, docufiction di Mauro Vittorio Quattrina, di “Arcana” di Aslan Dalgic, e della web serie “Il cosmo dei Lupi”.

È la voce di alcuni documentari di Mauro Vittorio Quattrina, tra cui “L’eremo di San Rocchetto”, e del film documentario “Verona Romana” del Centro Studi Archeologici.
Appare nella pubblicità della Lidl Italia, e per alcuni web commercial e film aziendali, fra cui “Valbona”, “Midj”, “Infogest”, “Scopa Broom”, “Dynasprint”. Tra gli spettacoli degli ultimi anni: “Canapa”, con Silvio Truccano, “Pericle” con Daniele Pecci, “Enrico IV” con Ugo Pagliai, “Il Bugiardo” con Dario Cantarelli; “Tre sull’altalena” con Roberto Vandelli, “La vedova scaltra”, “Antigone”, “Edipo Re”, “Una stanza al buio”, “SetNordEst”, per il quale ha vinto un importante premio drammaturgico, “Verona 8485”, “Parole di Giuda”, “FreakShakespeare”, “Venezia Venezia”, “E nemmeno un rimpianto”, “Mozart, mio Mozart”, “Lunga vita al Re Bemolle”, “Midsummer night’s dream , il Sogno del Teatro”, “Fake Othello”, “Delitti di letto”, “Pierrot Lunaire” con il salzburger Ensemble; “Padre, figlio e spirito stanco”, “Cena a sorpresa”, “Un calcio a Hitler”, “La bancarotta” da Goldoni. Ha fondato la compagine spontanea di attori professionisti “Attori & Attori”.
Fa parte di “Bam!Bam! Teatro” e di “Casa Shakespeare” per la quale ha scritto e interpretato originali riduzioni drammaturgiche in lingua originale e in italiano per il progetto “Shakespeare in Veneto”, sempre più allontanandosi dall’originale scespiriano, fino alle scritture dello spettacolo “Fake Shakespeare” per l’Estate Teatrale Veronese 2020. Per il teatro ha vinto l’edizione dei Corti Teatrali in Lingua Veneta dell’Accademia di Teatro in Lingua veneta nel 2012.

Fa parte del direttivo di “ViveVisioni”, impresa sociale che si occupa della rimessa in attivo del cinema Ciak di Verona. Per la lirica ha messo in scena: “La Boheme”, produzione del Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto di Tirana, Albania; “Don Giovanni” e “Così fan tutte” da Wolfgang Amadeus Mozart, produzione IMAI di Hong Kong in collaborazione con il Conservatorio Dall’Abaco di Verona; “La serva padrona” di G. B. Pergolesi e “La zingaretta” di Leonardo Leo,
produzione Dimostrazioni Armoniche di Verona.
Insegna teatro presso scuole di ogni ordine e grado, organismi universitari come il Conservatorio di Verona, con il corso di Tecniche di Consapevolezza Corporea, e presso Licei veronesi, per i cui laboratori scrive tutte le drammaturgie originali: le drammaturgie originali scritte per gli allievi della Scuola di Teatro del Liceo Maffei di Verona dal 1999 al 2007 sono pubblicate sull’Annuario del Bicentenario Maffeiano.

Andrea De Manincor

La Compagnia di Casa Shakespeare: Anna Benico  – Giulia Cailotto – Andrea ManganottoMichele Bonvini – Sabrina Modenini Beatrice ZuinI giovani di Casa Shakespeare