Calendario eventi

Gen
15
mer
“The merchant of Venice” per la Giornata della memoria @ Teatro Satiro OFF
Gen 15@19:00–20:00
"The merchant of Venice" per la Giornata della memoria @ Teatro Satiro OFF

(IT)

IL MERCANTE DI VENEZIA

Lo spettacolo è recitato in inglese con una conduzione in italiano.

Denaro per amore contro vendetta per rivalsa! Antonio per Bassanio, Bassanio per Porzia, Porzia contro Shylock: può l’Ebreo, pretendere una libbra di carne da”Il Mercante di Venezia”?

Note di regia di Solimano Pontarollo:

Affrontare il Mercante di Venezia è affrontare Shylock.
Spesso il rischio è quello di deviare dal tema dell’opera per soffermarsi quasi esclusivamente sull’ebreo veneziano più famoso della storia e sulla libbra di carne attesa.
Nel mettere in scena il Mercante di Venezia ho chiesto l’aiuto di Andrea De Manincor, che nell’adattamento ha sposato la necessità di riequilibrare i temi, permettendo così a tutta la drammaticità che si vive con Shylock di emergere senza rendere superficiale il resto della storia.
Si parte così da Baldassarre, l’avvocato “en travesti” che altri non è che Porzia, che prende per mano lo spettatore e lo accompagna nella trama, regalando così un Mercante in cui tutti gli agenti principali, Antonio, Bassanio e Shylock hanno ragione di essere con pienezza.
La trama ritorna così protagonista in tutte le sue sfaccettature, e grazie a questo ci regala una straordinaria Porzia, “deus ex machina” della storia, un Bassanio completo nella sua maturazione e nel suo distacco dalla vita precedente, un Antonio ricco di complessità interiore. Da qui, magicamente, la possibilità di vivere forse ancora più intensamente la vicenda dell’ebreo.

REGIA: Solimano Pontarollo
AIUTO REGIA: Beatrice Zuin
ADATTAMENTO TESTI: Andrea de Manincor
MARKETING e COMUNICAZIONE: Ornella Naccari

ATTORI:
Solimano Pontarollo – SHYLOCK
Andrea de Manincor – ANTONIO
Andrea Manganotto- BASSANIO
Giulia Tomelleri – PORTIA
Beatrice Zuini – CANTANTE

COSTUMI:
Stoffe – Rubelli, Venezia
Calzature – Atelier Nicolao, Venezia
Disegno & Sartoria – Imperia, Verona

PER INFO:
email – info@casashakespeare.it
telefono – 340 0523801

NOTA BENE:

In caso di mancato raggiungimento del pubblico minimo l’evento sarà annullato. Entro le ore 24.00 del giorno prima, invieremo una email e rimborseremo il biglietto.

 

(EN)

THE MERCHANT OF VENICE 

The performance is played in english with an italian accompaniment.

Money for love against revenge! Antonio for Bassanio, Portia for Bassanio, Portia against Shylock: can the Jew demand a pound of meat from “The Merchant of Venice”?

Director’s notes by Solimano Pontarollo:
To confront the Merchant of Venice is to confront Shylock. The risk being, deviation from the main theme to linger on the story of the most famous Jewish Venetian and the “pound of flesh” in question.
In staging the Merchant of Venice Solimano Pontarollo, asked for the help of Andrea De Manincor, who in the adaption joined in with the necessity to rebalance the themes, this way allowing the drama of Shylock to emerge without over riding or rending the rest of the story superficial. Beginning with Baldassarre the lawyer, none other than Portia in disguise, taking the viewer by the hand, accompanying them into the plot, thus presenting a “ Merchant” where all the main characters have full reason to be. The plot returns as the protagonist in all its facets, and tank to this we are given an extraordinary Portia “deus ex machina” of history, a complete Bassanio in his maturity and distanced from his previous life and Antonio a rich inner complexity. From here, arises magically the opportunity to experience perhaps even more intensely the story of the Jew.

DIRECTOR: Solimano Pontarollo
ASSISTANT DIRECTOR: Beatrice Zuin
TEXT ADAPTATION: Andrea de Manincor
PRODUCTION: Shakespeare in Veneto

CAST:
Solimano Pontarollo – SHYLOCK
Andrea de Manincor – ANTONIO
Andrea Manganotto – BASSANIO
Giulia Tomelleri – PORTIA
Beatrice Zuin – SINGER

COSTUMES:
Fabrics – Rubelli, Venezia
Shoes – Atelier Nicolao, Venezia
Designer & Dressmarker – Imperia, Verona

FOR INFO:
www – www.casashakespeare.it
email – info@casashakespeare.it
phone – 0039 340 0523801

NOTICE:
If the minimun audience is not reached the event will be canceled. Within midnight of the day before, we will send an email and we’ll refund the ticket.

 

Gen
16
gio
“The merchant of Venice” per la Giornata della memoria @ Teatro Satiro OFF
Gen 16@19:00–20:00
"The merchant of Venice" per la Giornata della memoria @ Teatro Satiro OFF

(IT)

IL MERCANTE DI VENEZIA

Lo spettacolo è recitato in inglese con una conduzione in italiano.

Denaro per amore contro vendetta per rivalsa! Antonio per Bassanio, Bassanio per Porzia, Porzia contro Shylock: può l’Ebreo, pretendere una libbra di carne da”Il Mercante di Venezia”?

Note di regia di Solimano Pontarollo:

Affrontare il Mercante di Venezia è affrontare Shylock.
Spesso il rischio è quello di deviare dal tema dell’opera per soffermarsi quasi esclusivamente sull’ebreo veneziano più famoso della storia e sulla libbra di carne attesa.
Nel mettere in scena il Mercante di Venezia ho chiesto l’aiuto di Andrea De Manincor, che nell’adattamento ha sposato la necessità di riequilibrare i temi, permettendo così a tutta la drammaticità che si vive con Shylock di emergere senza rendere superficiale il resto della storia.
Si parte così da Baldassarre, l’avvocato “en travesti” che altri non è che Porzia, che prende per mano lo spettatore e lo accompagna nella trama, regalando così un Mercante in cui tutti gli agenti principali, Antonio, Bassanio e Shylock hanno ragione di essere con pienezza.
La trama ritorna così protagonista in tutte le sue sfaccettature, e grazie a questo ci regala una straordinaria Porzia, “deus ex machina” della storia, un Bassanio completo nella sua maturazione e nel suo distacco dalla vita precedente, un Antonio ricco di complessità interiore. Da qui, magicamente, la possibilità di vivere forse ancora più intensamente la vicenda dell’ebreo.

REGIA: Solimano Pontarollo
AIUTO REGIA: Beatrice Zuin
ADATTAMENTO TESTI: Andrea de Manincor
MARKETING e COMUNICAZIONE: Ornella Naccari

ATTORI:
Solimano Pontarollo – SHYLOCK
Andrea de Manincor – ANTONIO
Andrea Manganotto- BASSANIO
Giulia Tomelleri – PORTIA
Beatrice Zuini – CANTANTE

COSTUMI:
Stoffe – Rubelli, Venezia
Calzature – Atelier Nicolao, Venezia
Disegno & Sartoria – Imperia, Verona

PER INFO:
email – info@casashakespeare.it
telefono – 340 0523801

NOTA BENE:

In caso di mancato raggiungimento del pubblico minimo l’evento sarà annullato. Entro le ore 24.00 del giorno prima, invieremo una email e rimborseremo il biglietto.

 

(EN)

THE MERCHANT OF VENICE 

The performance is played in english with an italian accompaniment.

Money for love against revenge! Antonio for Bassanio, Portia for Bassanio, Portia against Shylock: can the Jew demand a pound of meat from “The Merchant of Venice”?

Director’s notes by Solimano Pontarollo:
To confront the Merchant of Venice is to confront Shylock. The risk being, deviation from the main theme to linger on the story of the most famous Jewish Venetian and the “pound of flesh” in question.
In staging the Merchant of Venice Solimano Pontarollo, asked for the help of Andrea De Manincor, who in the adaption joined in with the necessity to rebalance the themes, this way allowing the drama of Shylock to emerge without over riding or rending the rest of the story superficial. Beginning with Baldassarre the lawyer, none other than Portia in disguise, taking the viewer by the hand, accompanying them into the plot, thus presenting a “ Merchant” where all the main characters have full reason to be. The plot returns as the protagonist in all its facets, and tank to this we are given an extraordinary Portia “deus ex machina” of history, a complete Bassanio in his maturity and distanced from his previous life and Antonio a rich inner complexity. From here, arises magically the opportunity to experience perhaps even more intensely the story of the Jew.

DIRECTOR: Solimano Pontarollo
ASSISTANT DIRECTOR: Beatrice Zuin
TEXT ADAPTATION: Andrea de Manincor
PRODUCTION: Shakespeare in Veneto

CAST:
Solimano Pontarollo – SHYLOCK
Andrea de Manincor – ANTONIO
Andrea Manganotto – BASSANIO
Giulia Tomelleri – PORTIA
Beatrice Zuin – SINGER

COSTUMES:
Fabrics – Rubelli, Venezia
Shoes – Atelier Nicolao, Venezia
Designer & Dressmarker – Imperia, Verona

FOR INFO:
www – www.casashakespeare.it
email – info@casashakespeare.it
phone – 0039 340 0523801

NOTICE:
If the minimun audience is not reached the event will be canceled. Within midnight of the day before, we will send an email and we’ll refund the ticket.

 

Gen
17
ven
“The merchant of Venice” per la Giornata della memoria @ Teatro Satiro OFF
Gen 17@19:00–20:00
"The merchant of Venice" per la Giornata della memoria @ Teatro Satiro OFF

(IT)

IL MERCANTE DI VENEZIA

Lo spettacolo è recitato in inglese con una conduzione in italiano.

Denaro per amore contro vendetta per rivalsa! Antonio per Bassanio, Bassanio per Porzia, Porzia contro Shylock: può l’Ebreo, pretendere una libbra di carne da”Il Mercante di Venezia”?

Note di regia di Solimano Pontarollo:

Affrontare il Mercante di Venezia è affrontare Shylock.
Spesso il rischio è quello di deviare dal tema dell’opera per soffermarsi quasi esclusivamente sull’ebreo veneziano più famoso della storia e sulla libbra di carne attesa.
Nel mettere in scena il Mercante di Venezia ho chiesto l’aiuto di Andrea De Manincor, che nell’adattamento ha sposato la necessità di riequilibrare i temi, permettendo così a tutta la drammaticità che si vive con Shylock di emergere senza rendere superficiale il resto della storia.
Si parte così da Baldassarre, l’avvocato “en travesti” che altri non è che Porzia, che prende per mano lo spettatore e lo accompagna nella trama, regalando così un Mercante in cui tutti gli agenti principali, Antonio, Bassanio e Shylock hanno ragione di essere con pienezza.
La trama ritorna così protagonista in tutte le sue sfaccettature, e grazie a questo ci regala una straordinaria Porzia, “deus ex machina” della storia, un Bassanio completo nella sua maturazione e nel suo distacco dalla vita precedente, un Antonio ricco di complessità interiore. Da qui, magicamente, la possibilità di vivere forse ancora più intensamente la vicenda dell’ebreo.

REGIA: Solimano Pontarollo
AIUTO REGIA: Beatrice Zuin
ADATTAMENTO TESTI: Andrea de Manincor
MARKETING e COMUNICAZIONE: Ornella Naccari

ATTORI:
Solimano Pontarollo – SHYLOCK
Andrea de Manincor – ANTONIO
Andrea Manganotto- BASSANIO
Giulia Tomelleri – PORTIA
Beatrice Zuini – CANTANTE

COSTUMI:
Stoffe – Rubelli, Venezia
Calzature – Atelier Nicolao, Venezia
Disegno & Sartoria – Imperia, Verona

PER INFO:
email – info@casashakespeare.it
telefono – 340 0523801

NOTA BENE:

In caso di mancato raggiungimento del pubblico minimo l’evento sarà annullato. Entro le ore 24.00 del giorno prima, invieremo una email e rimborseremo il biglietto.

 

(EN)

THE MERCHANT OF VENICE 

The performance is played in english with an italian accompaniment.

Money for love against revenge! Antonio for Bassanio, Portia for Bassanio, Portia against Shylock: can the Jew demand a pound of meat from “The Merchant of Venice”?

Director’s notes by Solimano Pontarollo:
To confront the Merchant of Venice is to confront Shylock. The risk being, deviation from the main theme to linger on the story of the most famous Jewish Venetian and the “pound of flesh” in question.
In staging the Merchant of Venice Solimano Pontarollo, asked for the help of Andrea De Manincor, who in the adaption joined in with the necessity to rebalance the themes, this way allowing the drama of Shylock to emerge without over riding or rending the rest of the story superficial. Beginning with Baldassarre the lawyer, none other than Portia in disguise, taking the viewer by the hand, accompanying them into the plot, thus presenting a “ Merchant” where all the main characters have full reason to be. The plot returns as the protagonist in all its facets, and tank to this we are given an extraordinary Portia “deus ex machina” of history, a complete Bassanio in his maturity and distanced from his previous life and Antonio a rich inner complexity. From here, arises magically the opportunity to experience perhaps even more intensely the story of the Jew.

DIRECTOR: Solimano Pontarollo
ASSISTANT DIRECTOR: Beatrice Zuin
TEXT ADAPTATION: Andrea de Manincor
PRODUCTION: Shakespeare in Veneto

CAST:
Solimano Pontarollo – SHYLOCK
Andrea de Manincor – ANTONIO
Andrea Manganotto – BASSANIO
Giulia Tomelleri – PORTIA
Beatrice Zuin – SINGER

COSTUMES:
Fabrics – Rubelli, Venezia
Shoes – Atelier Nicolao, Venezia
Designer & Dressmarker – Imperia, Verona

FOR INFO:
www – www.casashakespeare.it
email – info@casashakespeare.it
phone – 0039 340 0523801

NOTICE:
If the minimun audience is not reached the event will be canceled. Within midnight of the day before, we will send an email and we’ll refund the ticket.

 

Gen
18
sab
Ariel Afternoons @ CASA SHAKESPEARE
Gen 18@19:00–22:00
Ariel Afternoons @ CASA SHAKESPEARE
ARIEL AFTERNOONS (i pomeriggi di Ariel) PERFORMANCE ART THEATRE Evento immersivo con luci, video, musica e voci. Tutto dal vivo.

Informazioni sull’evento

ARIEL AFTERNOONS

(i pomeriggi di Ariel)

idea e realizzazione di Patrick Girard

In molti pensano che l’arte, sotto qualsiasi forma, esista principalmente per portare luce: in quello che chiamiamo anima, spirito… Nelle nostre menti, i nostri cuori, persino nei nostri corpi.

Ariel Afternoons, i pomeriggi di Ariel, cercano, attraverso la musica, il suono, le parole, la voce, le immagini, di portare luce nel corpo, nel cuore, nella mente, lo spirito e, perché no, l’anima.

Il corpo si identifica con la terra, e sarà il tema del primo pomeriggio di Ariel.

Il fuoco è il cuore, l’acqua è la mente, l’aria lo spirito e il prana, quel flusso sottile, l’anima.

Ad ognuno di questi elementi è associato un colore, ad ogni colore un tema musicale, dei suoni,e dei filmati girati appositamente per ognuno di questi spettacoli.

Perché, in fin dei conti, ognuno di questi Ariel Afternoon è uno spettacolo: uno spettacolo immersivo al quale si partecipa con tutti i sensi, e durante il quale ci si potrà abbandonare in tutta serenità, distesi su materassini e cuscini.

I pomeriggi di Ariel si avvalgono della collaborazione di artisti che sono presenti ad ognuna delle date per dare vita all’esperienza alla quale siete invitati :

– Fabio Basile per le musiche e i paesaggi sonori

– Mark Muro per i filmati e il flusso visivo

– Patrick Girard per le parole e le trame vocali.

A loro si aggiungeranno i seguenti artisti:

– Massimo Totola

– Cristina Patuzzo

– altri artisti a sopresa

I temi, uno per ogni data, sono Terra (intesa come bosco, collina, montagna), Fuoco, Acqua e Aria.

Gen
19
dom
Stretto Contemporaneo – Tesla @ CASA SHAKESPEARE
Gen 19@19:00–20:00
Stretto Contemporaneo - Tesla @ CASA SHAKESPEARE

“Nicola Tesla. A portrait”

Lo spettacolo è centrato sulla figura del Grande Inventore dimenticato – Nikola Tesla – e dalle “maschere del potere” che ha incontrato lungo il suo cammino. Si tratta di uno spettacolo di “Teatro – Scienza”.

Nikola Tesla oltre ad aver dato alla luce rivoluzionarie invenzioni ha avuto il pregio di ispirare
svariate tappe dell’intero progresso scientifico che abbraccia non solo il XX secolo, ma anche il
nostro XXI secolo. Ingenere, inventore, fisico e ricercatore di origine serba naturalizzato
americano, Nikola Tesla durante il corso della sua vita non smise mai di mettere in campo e dar
corpo ad una sfrenata immaginazione capace di vedere il mondo come nessuno dei suoi
contemporanei. I suoi numerosi brevetti hanno anticipato gli sviluppi sucessivi del mondo
della scienza e della tecnica. In vita regalò al mondo il motore polifasico a corrente alternata e
il sistema di distribuzione, rivoluzionando il settore dell’energia e gettando le basi per il suo
straordinario sviluppo. Quando diciamo elettricità pensiamo a Thomas Edison, quando diciamo
radio pensiamo a Guglielmo Marconi, ma visse un uomo a loro contemporaneo le cui scoperte
non solo furono di gran lunga più sconvolgenti ed innovative, ma che catalputò letteralmente il
mondo nel XX secolo. Le sue scoperte vanno dai raggi X alla teleautomatica (arte di controllare
dispositivi a distanza), dalle microonde alla telegeodinamica, dall’accelleratore di particelle alla
rete di distribuzione wireless e molte altre ancora. Odierne aziende e multinazionali studiano e
sviluppano tutt’ora le sue ricerche: i nomi vanno dalla Walt Disney Research alla Delta Avalon
dal MIT alla Ceravison dalla Tesla Technology Collaboration alla Tesla Motors.
Gli odierni dibattiti sui limiti della scienza, sulla sua costante conflittualità con l’etica, sugli effitti
nocivi subiti dal nostro corpo e dalla nostra mente esposti all’uso delle nuove tecnologie e
biotecnologie, sulle frodi scientifiche che perseguendo esclusivamente fini monetari mettono
da parte lo sviluppo dell’umanità e sullo sgregolato sfruttamento delle risorse del nostro
pianeta sono fondamentali sfide e grandi domande del nostro tempo. Se si pensa all’efficenza,alla produttività, alla precisione e alla puntualità delle macchine, l’essere umano ci appare insufficente se non antiquato e bisognoso di protesi tecniche in grado di mantenerlo in vita, farlo viaggiare, farlo pensare e farlo parlare; sembra ora mai che i nuovi talenti del futuro siano gli apparecchi creati più che la creazione in sè. Affrontando questo inquietante panorama NeedTeatro si affida per l’appunto al teatro come forma di conoscenza ed esperienza, alla

parola detta e alla più alta tecnologia che dispone: il corpo allenato dell’attore. Ripercorrendo
la prima metà della vita di Nikola Tesla lo spettacolo ci guida verso una possibile risposta che a
sua volta è una profonda domanda: solo il lume tremolante della coscienza esposto al soffio
del mondo può esserci d’aiuto, dal momento che la scienza è solo una perversione se non ha
come fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità. L’intento non è quello di
lanciare un messaggio , ma d’incitare il ragionamento critico attraverso l’uso d’una intelligenza
divergente che ammette più risposte ad un medesimo problema. Uno spettacolo il cui stile si
scosta dai canoni della documentaristica e della cronaca per giungere così alla vera e propria
messa in scena dei principali personaggi incontrati da Tesla durante la sua vita: Thomas Edison,
George Westinghouse e J.P.Morgan; i quali vengono presentati come le maschere del potere di
quell’epoca. Difatti gli attori indossano vere e proprie maschere create ad hoc per ogni
personaggio. Il testo originale ed inedito scritto in endecasillabi si presenta come un
materiale letterario multiforme; gli stili linguistici vanno dalla saggistica, al dialogo, dal
romanzo verista, alla poesia, dal dialogo al flusso di coscienza. Indagare le dinamiche creative e
commerciali che portano all’invenzione e alla conseguente distribuzione delle nuove
tecnologie e degli apparecchi di nuova generazione è un operazione culturale atta a delineare
quale sia e dove sia il confine tra usare una macchina ed essere involontariamente usati da una
macchina. Scoprire da dove e come nascono le scoperte scientifiche ci permette di
ricconnetterci con quella dimensione creativa e laboriosa che connota il pensiero razionale ed
immaginifico dell’uomo e con la nostra stessa capacità di discernimento come esseri creatori e
ingegnosi.

Link video promo: https://m.youtube.com/watch?v=oHHbmaJwab4

Una produzione Need Teatro E Golden Show S.p.A. di Alessandro Gilleri

REGIA e SCENE: Katia Mirabella

TESTO: Jacopo Squizzato

ATTORI: Katia Mirabella, Jacopo Squizzato

COSTUMI e MASCHERE: Sara Gicoradi

DISEGNO LUCI: Nicolò Pozzerle

PER INFO:

Link al sito di Need Teatro: https://www.needteatro.com/

On Facebook: Need Teatro

email – info@casashakespeare.it
telefono – 340 0523801

Gen
23
gio
Musica Quotidiana – Mezz’ O Blues @ CASA SHAKESPEARE
Gen 23@19:00–20:00
Musica Quotidiana - Mezz' O Blues @ CASA SHAKESPEARE

Descrizione

GIOVEDI’ – MUSICA QUOTIDIANA

Musica Quotidiana vuole essere uno spazio diverso dove non si assiste a semplici concerti ma ad incontri musicalteatrali in cui la musica si intreccia alla recitazione, alla narrazione, al teatro canzone, all’improvvisazione. Uno spazio per emozioni che attraverso le onde musicali si propagano “oltre”, uno spazio contemporaneo in cui si coniugano e contaminano generi e stili, come avviene nella nostra quotidianità.

Lo spettacolo “Mezz’O Blues” coprodotto da CASA SHAKESPEARE e OLD PEPPERS JASS BAND è la narrazione della vita di Milton “Mezz” Mezzrow in otto quadri intramezzati dalle musiche dal vivo degli Old Peppers, i quali interpretano la parte di una formazione di jazz e blues delle origini, composta da cinque musicisti italoamericani, che partecipano attivamente alla piece dialogando spesso con l’attore protagonista.
————————————————————————————————————————————

Uno spettacolo coprodotto da Casa Shakespeare e Old Peppers Jass Band della durata di un’ora e
mezza circa dove viene narrata la vita di Milton “Mezz” Mezzrow in otto quadri intramezzati dalle
musiche dal vivo degli OLD PEPPERS.

Le vicende di Mezz Mezzrow, un clarinettista di origini ebreo-russo della Chicago degli anni ’20 che
sognava di suonare il blues di New Orleans, vengono raccontate da lui in prima persona, e dal
critico francese Huges Panassiè, che ospitò Mezz a Parigi e con il quale strinse una forte amicizia.
Entrambi questi personaggi sono interpretati da Solimano Pontarollo che si alterna con grande
professionalità e divertissenet nel doppio ruolo. Le canzoni che eseguono gli OLD PEPPERS sono
composizioni originali di Carlo Ceriani dedicate tutte agli episodi della vita di Mezz narrati nei vari
quadri, su testi di Renzo Segala e Valter Consalvi che alternano inglese e siciliano. Le vicende
narrate partono dagli anni ruggenti della Chicago dei gansters, per poi trasferirsi a New York e a
Parigi, raccontando divertenti aneddoti di questo originale e bizzarro personaggio e dei suoi amici,
grandi musicisti dell’epoca quali Louis Armstrong, Bix Biderbeike, Jimmie Lunceford. Nel corso
della narrazione, accanto ad episodi divertenti, emergono anche le problematiche legate al
razzismo negli Stati Uniti d’America contro il quale Mezz, che pur essendo bianco ha sempre
vissuto a fianco della comunità afroamericana, ha sempre lottato in prima persona. La vita di Mezz
Mezzrow fu attraversata sia dalla sua grande passione per il jazz e per il blues dei neri d’America,
ma anche da problemi derivanti dall’uso e al commercio di stupefacenti che lo portarono in
carcere. Ed è appunto il carcere il luogo dove Mezz è riuscito a ritrovare se stesso e a ricominciare
una nuova vita.
Lo spettacolo è adatto sia ad un pubblico adulto sia a ragazzi.

REGIA: Solimano Pontarollo

ATTORE: Solimano Pontarollo

VOCE: Valter Consalvi (voce e Washboard).

MUSICISTI: Gabriele Bolcato (tromba e cornetta), Oscar Pagliarini (clarinetto), Carlo Ceriani (banjo), Renzo Segala (sax basso).

Link Video: https://youtu.be/eTUO815TC5U

PER INFO:

Casa Shakespeare: info@casashakespeare.it – tel. 340 0523801

Old peppers Jass Band: renzosegala@alice.it – tel. 3358300412

Gen
29
mer
Teatro Quotidiano – Enrico V @ CASA SHAKESPEARE
Gen 29@19:00–20:00
Teatro Quotidiano - Enrico V @ CASA SHAKESPEARE

Descrizione

“ENRICO V”

Per la rassegna Teatro Quotidiano

REGIA: Solimano Pontarollo

DA: William Shakespeare

TESTI: Andrea de Manincor

PRODUZIONE: Casa Shakespeare e Sycamore T Company.

ATTORI:

Solimano Pontarollo

CREDITS:

La foto è di Emanuela Giusto per Shakespeare Re-loaded Festival 2016

INFO:

www.casashakespeare.it

email: info@casashakespeare.it

telefono: 340 0523801

Gen
30
gio
Teatro Quotidiano – Enrico V @ CASA SHAKESPEARE
Gen 30@19:00–20:00
Teatro Quotidiano - Enrico V @ CASA SHAKESPEARE

Descrizione

“ENRICO V”

Per la rassegna Teatro Quotidiano

REGIA: Solimano Pontarollo

DA: William Shakespeare

TESTI: Andrea de Manincor

PRODUZIONE: Casa Shakespeare e Sycamore T Company.

ATTORI:

Solimano Pontarollo

CREDITS:

La foto è di Emanuela Giusto per Shakespeare Re-loaded Festival 2016

INFO:

www.casashakespeare.it

email: info@casashakespeare.it

telefono: 340 0523801

Gen
31
ven
Teatro Quotidiano – Enrico V @ CASA SHAKESPEARE
Gen 31@19:00–20:00
Teatro Quotidiano - Enrico V @ CASA SHAKESPEARE

Descrizione

“ENRICO V”

Per la rassegna Teatro Quotidiano

REGIA: Solimano Pontarollo

DA: William Shakespeare

TESTI: Andrea de Manincor

PRODUZIONE: Casa Shakespeare e Sycamore T Company.

ATTORI:

Solimano Pontarollo

CREDITS:

La foto è di Emanuela Giusto per Shakespeare Re-loaded Festival 2016

INFO:

www.casashakespeare.it

email: info@casashakespeare.it

telefono: 340 0523801

Feb
1
sab
Ariel Afternoons @ CASA SHAKESPEARE
Feb 1@19:00–22:00
Ariel Afternoons @ CASA SHAKESPEARE
ARIEL AFTERNOONS (i pomeriggi di Ariel) PERFORMANCE ART THEATRE Evento immersivo con luci, video, musica e voci. Tutto dal vivo.

Informazioni sull’evento

ARIEL AFTERNOONS

(i pomeriggi di Ariel)

idea e realizzazione di Patrick Girard

In molti pensano che l’arte, sotto qualsiasi forma, esista principalmente per portare luce: in quello che chiamiamo anima, spirito… Nelle nostre menti, i nostri cuori, persino nei nostri corpi.

Ariel Afternoons, i pomeriggi di Ariel, cercano, attraverso la musica, il suono, le parole, la voce, le immagini, di portare luce nel corpo, nel cuore, nella mente, lo spirito e, perché no, l’anima.

Il corpo si identifica con la terra, e sarà il tema del primo pomeriggio di Ariel.

Il fuoco è il cuore, l’acqua è la mente, l’aria lo spirito e il prana, quel flusso sottile, l’anima.

Ad ognuno di questi elementi è associato un colore, ad ogni colore un tema musicale, dei suoni,e dei filmati girati appositamente per ognuno di questi spettacoli.

Perché, in fin dei conti, ognuno di questi Ariel Afternoon è uno spettacolo: uno spettacolo immersivo al quale si partecipa con tutti i sensi, e durante il quale ci si potrà abbandonare in tutta serenità, distesi su materassini e cuscini.

I pomeriggi di Ariel si avvalgono della collaborazione di artisti che sono presenti ad ognuna delle date per dare vita all’esperienza alla quale siete invitati :

– Fabio Basile per le musiche e i paesaggi sonori

– Mark Muro per i filmati e il flusso visivo

– Patrick Girard per le parole e le trame vocali.

A loro si aggiungeranno i seguenti artisti:

– Massimo Totola

– Cristina Patuzzo

– altri artisti a sopresa

I temi, uno per ogni data, sono Terra (intesa come bosco, collina, montagna), Fuoco, Acqua e Aria.