BOWIE VS SHAKESPEARE

 BOWIE VS SHAKESPEARE: tutti i lunedì di Luglio presso l’Osteria Sgarzarie

4-11-18-25 luglio 2016 – Corte Sgarzerie – Verona

INGRESSO LIBERO

Per il terzo appuntamento in Sgarzarie con gli aperitivi spettacolari Solimano Pontarollo torna all’origine: Shakespeare si mescola alla musica nel modo più sorprendente.

Quattro appuntamenti dedicati ai cittadini in collaborazione con l’Osteria Sgarzarie.

L’idea è di intrecciare musica e racconti nella Verona nascosta ma accessibile.

La Corte Sgarzerie, scoperta anche dal Toca ti, è uno spazio unico: in centro ma isolata, protetta ma aperta al passaggio, silenziosa ma ricettiva.

E per il 400° Shakespeariano Casa Shakespeare si unisce a due interpreti dei REGINA MAB: Franco Manzini e Gabriele “Gabrizio Giuliani” e Giulia Tomelleri.

Per 4 incontri speciali che uniscono due personaggi speciali:

BOWIE vs SHAKESPEARE

Incontri, scontri, anomalie e sorprendenti vicinanze tra le musiche del Duca Bianco e le parole del Bardo. Dal repertorio più 70’s di Bowie ma anche dall’ultimo meraviglioso disco di addio. Da Amleto a Otello, da Misura per Misura a Giulietta e Romeo.

Una lingua comune che crea un ponte tra musica e letteratura lungo 400 anni.

Un ringraziamento particolare ad Alessandro De Rossi di Osteria Sgarzarie per la rinnovata fiducia.

***Durante i 4 lunedì l’Associazione Archeonaute Onlus effettuerà l’apertura starordinaria dell’area archeologica del criptoportico capitolino. Informazioni e prenotazioni: 324 0885861 archeonaute@gmail.com www.archeonauteonlus.com***

Di seguito la presentazione curata da REGINA MAB:

La scomparsa di David Bowie, la sua uscita di scena teatrale, quasi un coup de theatre– è avvenuta proprio all’inizio dell’anno in cui si celebra il quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare.
La vita dell’alter ego di Ziggy Stardust, anche stimato attore cinematografico, è costellata di punti di contatto con il mondo teatrale, su tutti la collaborazione con Lindsay Kemp.

In epoche e con modalità differenti Shakespeare e Bowie sono stati entrambi in grado di creare un loro linguaggio, uno “spazio” che nessuno prima aveva saputo inventare, un immaginario che dal particolare ha saputo tendere all’universale geografico e temporale.

Ci è parso che da questi loro mondi, potessero dialogare. Di qui dunque l’idea di tracciare le linee tra i possibili punti di contatto, che “collegano” le canzoni del Duca Bianco all’opera del Bardo di Stratford-upon-Avon.

Ci siamo trovati ad immaginare che cosa un personaggio shakespeariano avrebbe potuto cantare e quale percorso mentale, quale monologo teatrale, avrebbe potuto anticipare invece una canzone di Bowie, in un gioco di specchi in cui le parole dell’uno sfociano nelle canzoni dell’altro.

Abbiamo quindi pescato nel repertorio più glam e art rock di Bowie e cercato le attinenze, accarezzato gli spunti che Giulia Tomelleri ha poi raccolto in una selezione mirata, e per alcuni versi poco frequentata, di alcuni brani del repertorio Shakespeariano.

Da un’idea di Franco Manzini
Curatrice dei testi Giulia Tomelleri
Regina Mab in BowieVsShakespeare
con Giulia Tomelleri, Gabriele Gabrizio Giuliani e Franco Manzini

Skip to content