IL SUONATORE MERAVIGLIOSO

IL SUONATORE MERAVIGLIOSO
ispirato alla fiaba di Ezio Maria Caserta

 

domenica 21 Febbraio ore 16.00 inizio spettacolo

al termine merenda con the, pane e Nutella e pasticceria artigiana del Panifico De Rossi

 

Cast: Andrea De Manincor e Sabrina Modenini

Regia: Roberto Vandelli e Andrea De Manincor

Scene: Laboratorio Teatrale

Musiche: Luca Roncoletta

Burattini: Ezio Maria Caserta

Genere: Teatro per ragazzi

Età consigliata: dai 4 ai 10 anni

Produzione: Teatro Scientifico – Teatro/Laboratorio

Durata: 60 minuti

 

Il suonatore meraviglioso racconta la storia di Fortunato, la cui musica ha il potere straordinario di attirare i pesci a riva. Di questo fatto tenta di approfittare, per trarre interesse economico, un cacciatore che avvisa alcuni abitanti del villaggio della facilità di impadronirsi di una ricca e vantaggiosa pesca. I suoi intrighi però vengono a conoscenza di Flic e Floc, due bambini che avvisano Fortunato di stare attento perché vogliono rubare il suo flauto. Nonostante gli sforzi per rubare e copiare la musica del suonatore, il cacciatore e i suoi complici non riescono nell’intento: i pesci non cadono nel loro tranello. Il flauto non è magico, dirà Fortunato ai due bambini. Non esiste la magia. Esistono gli uomini con le loro azioni, buone o cattive. Lui verso i pesci e la natura nutre solo amore ed è questo a fare la differenza.

In una società in cui il consumismo prende il sopravvento sulla natura, si cerca di portare ai bambini un messaggio positivo: il rispetto per il mondo che ci circonda e la salvaguardia dell’ambiente in cui viviamo.

Tematiche affrontate: l’inquinamento e il rispetto per la natura, l’onestà e la bontà d’animo

“I piccoli spettatori sono rimasti conquistati dalle due recite del Teatro Scientifico-Teatro Laboratorio e soprattutto dai pupazzi e dai burattini animati a vista dagli attori che hanno dato vita alle straordinarie vicende del Suonatore meraviglioso. Protagonista della storia è Fortunato, vecchio suonatore di flauto che, insieme ai suoi amici, ha accompagnato i bimbi all’interno di un viaggio magico alla scoperta delle bellezze della natura che ci circonda. Accattivanti le semplici scenografie colorate (due bauli e tre drappi di tela dipinti con disegni) che hanno fatto da sfondo a una parabola ecologista, in cui a vincere sono il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente”. (El. Al. “L’Arena”)

“Tratto dal testo che Ezio Maria Caserta aveva scritto d’impeto ancora negli anni 70 con l’intenzione di rivederlo prima di metterlo in scena. Un inedito per il teatro-ragazzi scritto da una delle figure più eminenti del teatro veronese con una formula di brillante novità per quegli anni, che unisce il teatro per burattini al teatro d’attore… una parabola ecologica pensata e scritta da Caserta con straordinario anticipo sulla nostra attualità. Una favola per bambini raccontata e drammatizzata attraverso pupazzi e burattini, veri e propri manufatti dello stesso Caserta, animati a vista dai due attori.” (S. S. “Gli amici della musica”)

 

Skip to content